Tavoletta Ouija gioco o pericolo? Catechesi e avvertenze - Cristiani Cattolici: Pentecostali Apologetica Cattolica Studi biblici

Vai ai contenuti

Menu principale:

L'Ouija non è solo un gioco stupido e sta tornando alla ribalta questo Natale
La tavola degli “spiriti” è al quinto posto tra i regali più diffusi su Google

Quando suor Jean ha scoperto che un gruppo di miei compagni di classe aveva giocato con una tavola Ouija è andata su tutte le furie. I suoi occhi si sono spalancati e le sopracciglia si sono alzate – uno sguardo allarmato si è diffuso sul suo volto.

“Non avete idea di ciò che avete fatto”, ha affermato. “Non dovete mai rifarlo, e dovete dire ai vostri amici che non devono farlo neanche loro”.

Pensavo che suor Jean stesse avendo una reazione eccessiva. “Che c'è di così negativo nelle tavole Ouija?”
, ho chiesto. “Sono solo uno stupido gioco”.

La suora mi ha spiegato che le tavole Ouija sono più di un gioco stupido – sono un grave pericolo per l'anima di chiunque abbia a che fare con loro.
“Non state invocando le anime di parenti defunti”, ha detto. “Vi state aprendo agli spiriti maligni”.

Ho confidato nella saggezza di suor Jean, sapendo che non era una persona superstiziosa. Se aveva detto che le tavole Ouija potevano convogliare gli spiriti maligni le credevo. Quella per me è stata la fine dell'Ouija.

Ora constato che la storia si sta ripetendo. Quella che alla fine degli anni Sessanta e all'inizio degli anni Settanta era una moda è tornata alla carica e viene promossa da una nuova generazione di giovani inconsapevoli. Ha ricevuto un forte impulso dall'uscita, il 24 ottobre scorso, del film “Ouija”, che ha incassato 20 milioni di dollari nel primo weekend di programmazione sbancando il botteghino. Il film, definito una “fantasia soprannaturale”, parla delle circostanze della morte di una ragazza. È stata misteriosamente uccisa dopo che si è registrata mentre giocava con un'antica tabola Ouija. La storia continua con le indagini dei suoi amici e gli orrori che ne derivano.

Questo Natale, la Ouija è in testa a giovani innocenti, ma non si tratta del film. È la tavola Ouija, e ha allarmato chi è a conoscenza della questione. Anzi, l'ha terrorizzato.

Secondo un resoconto di Google, la tavola Ouija è al quinto posto tra i giochi più venduti su Google. Google ha anche riferito che le ricerche on-line su questo gioco sono aumentate del 300% dopo l'uscita del film.

L'ironia della questione è che la tavola Ouija è affiancata ad altri giochi come My Little Pony, Lego Friends o Peppa Pig. Tutti gli altri pretendenti al titolo di gioco più richiesto per il Natale 2014 sono innocenti e rivolti a un pubblico molto giovane. Vedere la tavola Ouija elencata accanto a loro – o piuttosto proprio nel mezzo – dovrebbe spaventare anche noi.

La tavola Ouija non è un gioco stupido o innocente, ma un pericoloso strumento dell'occulto.

Un sacerdote esorcista, in un'intervista all'irlandese Independent, ha avvertito gli acquirenti del fatto che una volta che ci si è aperti agli spiriti maligni è molto difficile liberarsene.

“È come andare in alcune zone dell'Africa e dire di essere immuni all'ebola. Lascia la gente aperta a ogni tipo di pericolo spirituale. Le persone non percepiscono alcun danno spirituale derivante da questo, ma viviamo in un regno spirituale e non si ha modo di controllare cosa ci può colpire”, ha affermato parlando nell'anonimato.

Anche esponenti ecclesiali di altre denominazioni hanno levato la propria voce contro la tavola Ouija.

“È come aprire una saracinesca nella propria anima e far entrare il soprannaturale. Là fuori ci sono realtà spirituali e possono essere molto negative”, ha detto Peter Irwin-Clark, un vicario della Chiesa d'Inghilterra, in un'intervista a MailOnline.com. Irwin-Clark ha testimoniato personalmente l'aspetto oscuro dell'Ouija.

Mi è stato detto lo stesso da una serie di sacerdoti e da un esorcista che conosco. L'occulto è reale, ed è un pericolo reale per le nostre anime. Non è un gioco, né una moda, e sicuramente non è un giocattolo con cui una persona, indipendentemente dalla sua età, dovrebbe giocare, anche se la Hasbro, che produce la tavola Ouija, potrebbe pensarla diversamente.

Genitori, abbiate giudizio questo Natale. Capite i pericoli della tavola Ouija e poi aiutate i vostri figli a comprenderli. Non gliene comprate una per Natale, non importa quanto possano pregarvi, e non lasciateli “giocare” all'Ouija con gli amici.

È una questione seria. Genitori, se amate davvero i vostri figli difendeteli dalle tavole Ouija. A Natale dovremmo celebrare la salvezza della nostra anima da parte del Redentore, non rischiare di perderla a causa dell'occulto. Non è solo uno stupido gioco.


Marge Fenelon è un'autrice cattolica, giornalista, oratrice e ospite regolare della Catholic radio. Ha scritto numerosi libri sulla devozione mariana e la vita familiare cattolica, tra cui Strengthening Your Family: a Catholic Approach to Holiness at Home e Imitating Mary: Ten Marian Virtues for the Modern Mom. Per ulteriori informazioni, www.margefenelon.com.

Torna ai contenuti | Torna al menu