Lutero e Maria - Cristiani Cattolici: Pentecostali Apologetica Cattolica Studi biblici

Vai ai contenuti

Menu principale:

CHI PENSATE CHE ABBIA SCRITTO QUESTE PAROLE?

UN QUALCHE DEVOTO CATTOLICO MARIANO, UN SANTO DELLA CHIESA CATTOLICA, QUALCHE PAPA?:

1) "E’ una credenza dolce e pia che l’infusione dell’anima di Maria fu effettuata senza peccato originale,
cosicché nella stessa infusione della sua anima ella fu anche purificata dal peccato originale e adornata di doni di Dio, ricevendo un’anima pura infusa da Dio; perciò dal primo momento che ella cominciò a vivere, ella fu libera da ogni peccato"

2) "Ella è piena di grazia, viene dichiarata essere completamente senza peccato – qualcosa di estremamente grande. Perché la grazia di Dio la riempie di ogni cosa buona e la rende priva di ogni male"

3) "Cristo … fu il solo Figlio di Maria, e la Vergine Maria non ebbe altri figli oltre a Lui … Io sono incline ad essere d’accordo con quelli che dichiarano che ‘fratelli’ veramente significa ‘cugini’ qua, perché la Sacra Scrittura e gli Ebrei chiamano i cugini sempre fratelli"

4) "La dolce madre di Dio mi conceda lo Spirito, affinché io possa spiegare con sufficiente efficacia questo suo canto, per consentire a Vostra Grazia, e a noi tutti, di trarne una conoscenza che ci conduca alla salvezza e a una vita lodevole, in modo da poter celebrare e cantare questo eterno Magnificat nella vita eterna."
NO! TUTTO CIO' E' STATO SCRITTO DA MARTIN LUTERO,

IL PADRE DEL "SOLA SCRIPTURA", COLUI AL QUALE SI DEVE LA RIFORMA PROTESTANTE CHE POI HA DATO ORIGINE ALLE INFINITE DENOMINAZIONI PROTESTANTI TANTE DELLE QUALI HANNO FINITO PER RIGETTARE CIO' CHE SOSTENEVA IL LORO PADRE.

TANTI SUOI FIGLI, SPECIE TRA I PENTECOSTALI HANNO RINNEGATO IL LORO PADRE, E PER RINNEGARLO SI SONO SERVITI E SI SERVONO DEL "SOLA SCRIPTURA" DEL LORO PADRE, MARTIN LUTERO.

1) Sermone ‘Sul giorno della concezione della Madre di Dio’, 1527. M.Lutero
2) Libro di Preghiera Personale (‘Piccolo’), 1522. M.Lutero
3) Sermoni su Giovanni, cap. 1-4 [1539]. M.Lutero
4) Commento al Magnificat. 1521. M.Lutero

di Salvatore Incardona Google Plus

Torna ai contenuti | Torna al menu