Ave Maria preghiera inventata? Catechesi - Cristiani Cattolici: Pentecostali Apologetica Cattolica Studi biblici

Vai ai contenuti

Menu principale:

La preghiera Ave Maria è biblica?


Un fratello pentecostale mi ha scritto in privato accusando la Chiesa cattolica di aver inventato la preghiera dell'Ave Maria,

ringrazio il Signore per avermi dato l'opportunità di scrivergli quanto segue, in maniera pacifica e assai dettagliata!

Ecco cosa gli ho risposto:

Pace a te Carmelo,
certo che rispondo senza pregiudizi, noi cattolici ascoltiamo di più e non abbiamo pregiudizi, la Verità è Verità.

La Chiesa cattolica ha dedicato una preghiera a Maria?

Ma, se rifletti bene il contenuto di questa preghiera "l'Ave Maria"

è perfettamente biblico, e ti spiego perchè!

In Lc 1,28  troviamo "Ti saluto o piena di grazia, il Signore è con te"


che rispecchia perfettamente "Ave Maria piena di grazia il Signore è con te"

Lc 1,41
e ss. "Elisabetta fu piena di Spirito Santo ed esclamò a gran voce: «Benedetta tu fra le donne e benedetto il frutto del tuo grembo!"

Ecco, anche la frase pronunciata sotto influsso dello Spirito Santo, è contenuta nella preghiera dell'Ave Maria.

Ora viene la questione sul termine: "Maria madre di Dio"

Lc 1,43 "A che debbo che la madre del mio Signore venga a me?"


Signore=Dio  nella Bibbia ne abbiamo numerosi esempi!
Gen 4,15ss. “Il Signore impose a Caino un segno
, perché non lo colpisse chiunque l’avesse incontrato. Caino si allontanò dal Signore e abitò nel paese di Nod, ad oriente di Eden.”

Naturalmente Maria è madre di Dio-uomo, non di Dio-Figlio. Il Figlio è eterno come il Padre e lo Spirito Santo, ma quando il Figlio per obbedienza al Padre scelse di incarnarsi, entrò nella storia umana, incarnandosi nel seno di Maria vergine Dio-Figlio, il Verbo, diventò Dio-uomo.

Maria quindi è madre di Dio-uomo
, cioè del Verbo incarnato chiamato Gesù Cristo!

Maria è madre di Gesù, tutto intero, non si usa dire che Maria è madre della sola carne di Gesù, come non si usa dire che le nostre madri sono madri della sola nostra carne, essendo che lo spirito e l'anima provengono da Dio.


Noi chiamiamo l'uomo Cristo Figlio di Dio, e giustamente chiamiamo così anche la sola sua carne nel sepolcro. E che altro confessiamo, quando diciamo di credere nell'unigenito Figlio di Dio, che fu crocifisso sotto Ponzio Pilato e fu sepolto? Cosa fu sepolto se non la carne priva dell'anima? Quando dunque diciamo di credere nel Figlio di Dio che fu sepolto, noi diamo il nome di Figlio di Dio alla carne di lui, che sola fu sepolta" (s.Agostino)

nel sepolcro non fu deposto Dio-Figlio, ma solo il suo corpo, eppure noi cristiani diciamo nel nostro credo, che il Gesù Cristo Figlio di Dio patì sotto Ponzio Pilato, morì e fu sepolto, e non erriamo nel dirlo e nel crederlo; come anche noi cattolici non erriamo nel dire che Maria è madre di Dio, di Dio-uomo. Sappiamo in maniera sott’intesa che ad essere sepolto fu il corpo del Figlio di Dio, così sappiamo implicitamente che Maria è madre di quel corpo che fu sepolto, e non della divinità, e come non sbagliamo nel dire che il Figlio di Dio morì e fu sepolto così non sbagliamo nel dire che Maria è madre di Dio, di Dio con noi, Gesù.
Solo chi cerca ogni astuzia linguistica per confondere e insinuare, può accusarci di bestemmia.

Noi cattolici sappiamo che Maria non diede la divinità a Gesù, ma solo la carne, la stessa carne che fu sepolta, ma noi cristiani non diciamo mai "la carne di Gesù fu sepolta",  ma piuttosto "Gesù morì e fu sepolto", dicendo questo sappiamo benissimo che la divinità di Gesù non poteva morire, sappiamo benissimo che non fu Dio Figlio a essere sepolto, eppure non scindiamo le due nature di Gesù (la divina e l’umana), Gesù è inteso tutto intero, allo stesso modo quando noi uomini moriamo sappiamo benissimo che muore solo la nostra carne, ma nel dirlo non specifichiamo mai "è morta la carne di mio nonno, ecc." diciamo semplicemente "è morto mio nonno". Cercare artificiosità linguistiche per far dire alla Chiesa cattolica cose che non dice, è da faziosi o male informati.

Riconosciamo la duplice natura di Cristo: la divina per cui è uguale al Padre, l'umana per cui il Padre é più grande. L'una e l'altra unite non sono due, ma un solo Cristo; perché Dio non è quattro, ma tre Persone. Allo stesso modo, infatti, che l'anima razionale e la carne sono un solo uomo, così Dio e l'uomo sono un solo Cristo; e perciò Cristo è Dio, anima razionale e carne. Confessiamo Cristo in queste tre cose, e in ciascuna di esse. Chi è dunque colui per mezzo del quale fu creato il mondo? E' Cristo Gesù, ma nella forma di Dio. E chi è colui che fu crocifisso sotto Ponzio Pilato? E' Cristo Gesù, ma nella forma di servo. Così dicasi delle singole parti che compongono l'uomo. Chi è colui che, dopo la morte, non fu abbandonato negli inferi? E' Cristo Gesù, ma soltanto nella sua anima. Chi è stato nel sepolcro e ne uscì il terzo giorno? E' Cristo Gesù, ma soltanto nella carne. In tutto questo c'è un solo Cristo, non due o tre." (s.Agostino).

"prega per noi peccatori adesso
e nell’ora della nostra morte."

Questa è la comunione dei santi,
noi cattolici consideriamo sempre vivi i santi morti nella carne, che esercitano quella Carità che non svanierà mai,

1 Cor 13,8 "La carità non avrà mai fine. Le profezie scompariranno; il dono delle lingue cesserà e la scienza svanirà."

Gesù disse al buon ladrone oggi sarai con me in Paradiso Luca 23,43


se gli disse così, sicuramente era per premiare la fede del buon ladrone, il premio era trovarsi alla presenza di Dio, e gioire della Gloria di Dio!

Se in Paradiso ci fossero panchine, stanze di attesa, o zone di attesa per la fine dei tempi, come alludono i protestanti,

Gesù avrebbe potuto dire al buon ladrone: "Ti prometto che alla fine dei tempi tu avrai un posto in Paradiso"

Invece gli disse: "Oggi sarai con me in Paradiso",  Oggi stesso quindi gioirai della presenza di Dio in Paradiso!

Quindi in Paradiso non si dorme, non si attende, si gioisce,

e si continua ad esercitare quella Carità che non scomparirà mai,
1 Cor 13,8 "La carità non avrà mai fine....

Se gli angeli di Dio, ci vedono dal cielo

1 Cor 4,9 "Ritengo infatti che Dio abbia messo noi, gli apostoli, all’ultimo posto, come condannati a morte, poiché siamo diventati spettacolo al mondo,

agli angeli e agli uomini"

quindi gli angeli ci vedono, perchè anche loro fanno parte del corpo di Cristo!

Perchè gli angeli ci vedono e i nostri fratelli santi che sono in Paradiso invece non ci dovrebbero vedere?

1 Cor 6,3 "Non sapete che giudicheremo gli angeli?"

Se noi giudicheremo gli angeli è perchè saremo almeno uguali a loro, ma in ogni caso è Cristo che giudicherà gli angeli cattivi, alla fine dei tempi,
noi essendo membra del Suo corpo parteciperemo a questo giudizio.

quindi se gli angeli ci vedono, allora pure i santi in cielo ci vedono...

i nostri fratelli santi in cielo esercitano quindi quella Carità, che è amore per il prossimo, che non svanirà mai.

Ecco, Maria che sicuramente è alla presenza di Dio in Paradiso, esercita la Carità (Amore) che gli ha donato Dio,

e quindi prega suo Figlio Gesù per noi, Maria prega per noi peccatori perchè è viva in Paradiso
, come lo è il ladrone che il 15 di Nisan dell'anno 30, arrivò in Paradiso con Gesù!

Chi ha bisogno della carità?
Tutti, ma soprattutto noi uomini che siamo assai più deboli e bisognosi degli angeli e dei santi in Paradiso, fintanto che restiamo qui su questa terra, con i nostri corpi mortali.

Lc 20,35 ss. quelli che sono giudicati degni dell’altro mondo e della risurrezione dai morti, non prendono moglie né marito;

e nemmeno possono più morire, perché sono uguali agli angeli e, essendo figli della risurrezione, sono figli di Dio.

Che poi i morti risorgono, lo ha indicato anche Mosè a proposito del roveto, quando chiama il Signore:

Dio di Abramo, Dio di Isacco e Dio di Giacobbe.

Dio non è Dio dei morti, ma dei vivi;

perché tutti vivono
per lui».

Noi cattolici notiamo in questa ultima frase si Gesù una grande verità,

"PERCHE' TUTTI VIVONO
PER LUI"

non dice "tutti vivranno per Lui...."

ma "tutti VIVONO
per lui..."

è troppo evidente che Gesù considera viventi tutti i padri, i santi, i profeti, i servi di Dio che erano morti nella carne nei secoli passati.


"Dio di Abramo, Dio di Isacco e Dio di Giacobbe.

Dio non è Dio dei morti, ma dei vivi; "
Solo i protestanti non se ne accorgono purtroppo!


I protestanti non chiedono preghiere ai fratelli?
Quando gli conviene le chiedono, quando invece devono falsificare gli insegnamenti biblici, dicono di rivolgersi direttamente a Gesù.

Certamente ci si può rivolgere direttamente a Gesù, ma se si chiede l'aiuto di uno o più santi, è perfettamente biblico.

Per loro i santi morti nella carne, ma vivi in Paradiso, non possono pregare per noi, ma la Bibbia dice diversamente, perchè Dio è il Dio dei vivi, non dei morti!

Dio di Abramo, Dio di Isacco e Dio di Giacobbe.

Dio non è Dio dei morti, ma dei vivi;


perché TUTTI vivono
per lui».

Tutti i santi in Paradiso vivono ora... e non alla fine dei tempi...come dicono i protestanti!


Quindi è perfettamente biblico chiedere ai santi in Paradiso di pregare per noi!


At 8,9 “Rispose Simone: «Pregate voi per me il Signore
, perché non mi accada nulla di ciò che avete detto».”
Pietro (Simone) chiede ai fratelli di pregare il Signore per lui, ecco un segno di umiltà, un protestante invece avrebbe detto: “Io pregherò Gesù affinchè non mi accada nulla…..”

Ef 6,18 ss. “Pregate
inoltre incessantemente con ogni sorta di preghiere e di suppliche nello Spirito, vigilando a questo scopo con ogni perseveranza e pregando per tutti i santi, e anche per me, perché quando apro la bocca mi sia data una parola franca, per far conoscere il mistero del vangelo, del quale sono ambasciatore in catene, e io possa annunziarlo con franchezza come è mio dovere.”

Col 4,3 “Pregate anche per noi,
perché Dio ci apra la porta della predicazione e possiamo annunziare il mistero di Cristo, per il quale mi trovo in catene: 4che possa davvero manifestarlo, parlandone come devo.”

Ts 5,25 “Fratelli, pregate anche per noi
.”

Ts 3,1ss “Per il resto, fratelli, pregate per noi,
perché la parola del Signore si diffonda e sia glorificata come lo è anche tra voi e veniamo liberati dagli uomini perversi e malvagi.”

Eb 13,18 “Pregate per noi, poiché crediamo di avere una buona coscienza, desiderando di comportarci bene in tutto.”

Gc 5,16 “Confessate perciò i vostri peccati gli uni agli altri e pregate gli uni per gli altri
per essere guariti.”

Quindi vi esorto a studiare meglio la Bibbia, perchè la Verità è Verità!


Torna ai contenuti | Torna al menu