Avventisti del Settimo Giorno Dottrina eresie - Cristiani Cattolici: Pentecostali Apologetica Cattolica Studi biblici

Vai ai contenuti

Avventisti del Settimo Giorno Dottrina eresie

Gruppi eretici e dottrine
GLI AVVENTISTI DEL SETTIMO GIORNO

Clicca qui per stampare l'intera pagina

“Gli avventisti  si formarono a  seguito della predicazione dello statunitense William  Miller, avvenuta intorno al 1830-40, si costituirono i primi gruppi,  mentre la fondazione delle prime chiese risale al 1844. Le chiese  avventiste sono presenti in più di 200 paesi e contano circa 12 milioni  di battezzati. Tra le chiese cristiane avventiste, gli avventisti del settimo giorno [sabbatisti],  le cui prime comunità sorsero intorno al 1844 e che furono condotte  dall'attività di James ed Helen White a una notevole diffusione,  praticano tra l'altro una stretta osservanza del sabato (il settimo giorno secondo il V.T.), non mangiano pesci senza squame, cioè tutti i molluschi, gamberi, cozze, calamari, ecc., e nemmeno la carne di maiale, ritenuti animali impuri,  come da prescrizioni della Legge. Sia Miller che White erano liberi  discepoli che sentendosi nelle giuste condizioni per interpretare la  Bibbia, diedero i loro pareri, convincendo moltissima gente che loro e  solo loro avevano ragione.”
La  componente avventista - che sottolinea l'imminenza della fine di questo  mondo - percorre, trasversalmente, tutto il protestantesimo. Dai  romanzi ai trattati di teologia, testi che annunciano la fine imminente  diventano spesso best seller, specie nei paesi di lingua inglese.  I loro lettori provengono da tutte le correnti del protestantesimo, in  particolare da quelle evangelical. Esistono tuttavia anche denominazioni  di tipo "avventista" che si sono costituite come Chiese o comunità  separate. Esse affondano le loro radici nelle speculazioni sulla fine di  questo mondo e sulla sua data possibile o probabile, ricavate  soprattutto dal Libro di Daniele e dall'Apocalisse.

I brani più spesso scrutati per il loro significato numerologico sono:
- Apocalisse 11, 3, che menziona 1.260 "giorni" (interpretati come "anni" nelle speculazioni numerologiche sulla base di Numeri 14, 34 ed Ezechiele  4, 6), tempo della testimonianza di "due profeti vestiti di sacco", con  cui sono fatti coincidere anche testi di Daniele dove di parla di "un  tempo, più tempi e metà di un tempo";
- Daniele 12, 11, che parla di un periodo di 1.290 "giorni" a partire dalla "abolizione del sacrificio";
- Daniele 12, 12, che contiene un riferimento a 1.335 "giorni";
- Apocalisse  11, 2, che si riferisce a quarantadue "mesi" (quindi 2.260 "giorni",  cioè anni), durante i quali "i Gentili calpesteranno la Città Santa",  periodo messo in relazione con i "tempi dei Gentili" di Luca 21, 24;
- Daniele 8, 14, che menziona un periodo di 2.300 "giorni" tra la "desolazione" e la "purificazione" del santuario;
- Daniele  4: il resoconto del sogno di Nabucodonosor (630-561 a.C.), in cui un  albero gigantesco abbattuto resta a terra, prima di venire rialzato, per  sette "tempi" (interpretati come "anni" di 360 "giorni" ciascuno, per  un totale di 2.520 "giorni" simbolici, cioè 2.520 anni).
Questi e  altri brani offrono dei periodi (in anni) al termine dei quali si  attendono avvenimenti straordinari. Naturalmente, per poter applicare  profeticamente questi testi, è necessario reperire un termine da cui  fare partire il calcolo, e anche su questo punto le interpretazioni dei  testi biblici divergono.

Movimenti di tipo lato sensu  avventista si sono sviluppati nel mondo protestante (e occasionalmente -  ma meno spesso - in quello cattolico) a partire, almeno, dalla  Rivoluzione francese, un avvenimento dalla portata così straordinaria da  essere spesso messo in relazione con le profezie bibliche. Il maggiore  movimento avventista - il predecessore immediato delle attuali  denominazioni di questa corrente - è tuttavia l'avventismo millerita, o  millerismo, che prende il nome da un predicatore laico battista, William  Miller (1782-1849). Nel 1834 Miller abbandona la sua attività di  agricoltore per dedicarsi alla predicazione a tempo pieno. Sulla base  dei diversi calcoli convergenti, egli ritiene che i 2.300 "giorni"  (anni) di Daniele 8, 14 termineranno nel 1843. L'annuncio  profetico di avvenimenti apocalittici per questa data suscita uno dei  più spettacolari movimenti di risveglio dell'intera storia religiosa  americana, coinvolgendo centinaia di migliaia (forse milioni) di  persone, e raggiungendo dagli Stati Uniti anche l'Inghilterra, l'Europa  continentale e persino l'India e l'Africa


Quando l'anno 1843 trascorre senza che nulla sia accaduto,  Miller corregge i calcoli, fissando la fine del presente ordine di cose  dapprima alla primavera del 1844, quindi - sotto l'influenza di Samuel  Snow (1806-1870) - alla data esatta del 22 ottobre 1844. L'attesa  della fine per quest'ultima data è stata spesso esagerata da storici  forse troppo attenti alle frange più estreme, ma è certamente  contrassegnata da notevole fervore. La storiografia religiosa  statunitense parla di una "Grande Delusione" con riferimento all'alba  del 23 ottobre 1844, quando il sole si leva senza che nulla di visibile  sia accaduto.

La sociologia contemporanea insegna che, "quando la  profezia fallisce", difficilmente un movimento si disperde. Se qualcuno  ammetterà di essersi semplicemente sbagliato (come fece, dopo il 1844,  lo stesso Miller), i più cercheranno di razionalizzare la delusione  (cosiddetta "sindrome di Festinger", dal nome del sociologo Leon  Festinger [1919-1990] che per primo studiò il fenomeno nel 1956)  convincendosi che si era attesa o la cosa giusta per la data sbagliata, o  qualche cosa di sbagliato per la data giusta. Dopo la Grande Delusione  la prima spiegazione - che incita a ricalcolare le date - si diffonde  intorno a due gruppi milleriti, l'Unione della Vita e dell'Avvento  fondata nel 1863 da George Storrs (1796-1879), e l'Associazione  Cristiana Avventista.

Queste due denominazioni si sono fuse nel 1964 nella Chiesa Cristiana Avventista,  che ha una teologia di tipo battista e non è presente in Italia.  L'Associazione Cristiana Avventista è oggi principalmente nota perché da  una sua dissidenza è nato il movimento degli Studenti Biblici, che -  particolarmente nel gruppo maggiore che ne è derivato, i Testimoni di  Geova - ha adottato una teologia che esce decisamente dall'ambito  protestante.
Quanto alla seconda reazione - ritenere che per la data  giusta (1844) si fosse attesa la cosa sbagliata -, la si ritrova  nell'avventismo sabatista, il cui filone principale è stato organizzato  nella Chiesa Cristiana Avventista del Settimo Giorno, alla cui origine  si trova il ministero profetico di Ellen G. White (1827-1915).  Nella sua storia, questa grande denominazione ha patito un certo numero  di scismi, alcuni dei quali sono collegati al "Movimento di Riforma"  sorto all'epoca della Prima guerra mondiale intorno alla questione del  servizio militare. Tutte le denominazioni di questo filone sono  sabatiste, cioè considerano "giorno del Signore" il sabato e non la  domenica, secondo una dottrina di origine antica con cui i primi  avventisti erano venuti in contatto tramite una minoranza battista, i  Battisti del Settimo Giorno.

La maggioranza delle denominazioni avventiste sono anche condizionaliste, cioè  accettano la teoria dell'immortalità condizionata nell'anima, secondo  cui al momento della morte l'anima entra in uno stato di "sonno" da cui  si "risveglia" solo al giudizio finale, in cui l'immortalità è garantita  alle sole anime dei giusti. Questa teoria ha una lunga serie di predecessori, ma è stata accolta dall'ambiente avventista soprattutto sulla base di un best seller teologico del 1842, I Sei Sermoni del già citato George Storrs.
Per contro, non tutte le denominazioni avventiste sabatiste accettano il ministero profetico di Ellen G. White. Gilbert Cranmer  (1814-1904) fonda nel 1860 una Chiesa di Dio (Settimo Giorno) che, pur  essendo sabatista, non accetta il messaggio profetico di Ellen G. White.  Adotta inoltre tutta una serie di pratiche "giudaizzanti", ispirate  all'Antico Testamento, che costituiscono il segno distintivo delle  numerose denominazioni che derivano, direttamente o indirettamente, dal  ministero di Cranmer. Le Chiese di Dio (Settimo Giorno), la più antica  delle quali - che ha oggi sede a Denver - è presente anche in Italia,  hanno una complicata storia di scismi, da cui emerge nel 1937 come  gruppo di dimensioni maggiori la Chiesa Radiofonica di Dio, poi  denominata Chiesa di Dio Universale, fondata da Herbert W. Armstrong  (1892-1986).Tralasciando molti altri gruppi eretici che si sono opposti  alla Chiesa cattolica attraverso i secoli arriviamo a quelli moderni  caratterizzati dalla forte personalità dei loro creatori come ad  esempio:


Russel (Charles Taze il fondatore dei testimoni di Geova),  predicatore religioso americano (Pittsburgh, Pennsylvania, 1852 -  Pampa, Texas, 1916). Dapprima congregazionalista, si avvicinò in seguito  alle dottrine avventiste fondando a Pittsburgh (1872) una setta la cui  predicazione fu incentrata sulla previsione profetica di un prossimo  ritorno di Cristo sulla terra e di un imminente regno millenario di giusti.
Ebbe  seguaci anche in Europa, dove formarono l'Associazione internazionale  degli studiosi biblici (International Bible Students Association)  anch’egli fu un privato discepolo che sentendosi nelle condizioni  spirituali adatte ad interpretare la Bibbia, la stravolse a modo suo. di Salvatore Incardona <a href="https://plus.google.com/u/0/101997660594841179849?rel=author">Google Plus</a>


Ecco  alcune profezie di Ellen White che non si sono avverate, la maggior  parte delle predizioni specifiche enunciate dalla signora White, sono  state fatte all’inizio della sua “carriera” e praticamente, ognuna di quelle predizioni non ha trovato realizzazione.  Col passare degli anni, diminuiscono il numero di predizioni da lei  fatte e, quando ne faceva una, si trattava di solito di una predizione vaga e ambigua. Un esempio è rappresentato dalle seguenti affermazioni: "il crimine aumenterà", "le città saranno più inquinate", o "la terra diventerà sempre più corrotta." È chiaro che la Sig.ra White fallì all’inizio della sua carriera e imparò la lezione,  diventando più cauta nelle predizioni successive, rendendole oscure e  piuttosto ambigue, in modo tale da non poter essere accusata dai suoi  avversari di fare false predizioni.

Predizione 1: Gesù ritornerà nel giugno del 1845

Lucinda  Burdick ed Ellen Harmon [White] erano grandi amiche a metà degli anni  1840. La signora Burdick, moglie di un pastore, ebbe molte opportunità  di sentire le profezie della signora White. (Puoi fidarti di Lucinda  Burdick? Clicca qui. ) Di seguito potrai leggere la testimonianza  oculare della signora Burdick, relativa ad una profezia pronunciata  dalla signora White:

"Durante l'anno 1845, incontrai la  signorina Ellen G. Harmon diverse volte in casa di mio zio, a sud di  Windham, Me. La prima di queste riunioni fu nel mese di maggio, quando  sentii Ellen White dichiarare che Dio le aveva rivelato che Gesù Cristo sarebbe ritornato su questa terra in giugno, il mese successivo."( Lucinda Burdick, lettera autenticata da un notaio, pubblicata in Limboline)

Predizione completamente falsa!

Ellen  Harmon (White) affermò che "Dio le aveva rivelato" che Gesù sarebbe  tornato nel giugno del 1845. Questa è una profezia errata.

Predizione 2: Gesù ritornerà nel settembre del 1845

La signora Burdick testimonia ancora:
"Durante  la stagione del fieno, incontrai nuovamente Ellen White in compagnia di  James White, nello stesso luogo e sentii mio zio chiederle del  fallimento della profezia fatta precedentemente, secondo la quale il  Signore sarebbe dovuto tornare in giugno, in base alle sue visioni. Lei  rispose che ciò le era stato riferito nella lingua di Canaan, che lei  non capiva ed inoltre, come capì in seguito, Cristo sarebbe tornato a settembre, alla seconda crescita dell’erba invece che alla prima." (Ibid. )

Predizione 3: Gli White gettati in Prigione nel 1846

La signora Burdick da nuovamente la propria testimonianza, relativamente alle dichiarazioni fatte da Ellen White nel 1846:

"Una  volta, quando i coniugi White si accingevano a partire per la zona  orientale del Maine, Ellen White ebbe una visione, nella quale vide che  essi avrebbero avuto grandi difficoltà col maligno e che sarebbero stati  messi in prigione, ecc.” Dissero questo anche alle chiese che  visitarono. Quando ritornarono dal loro viaggio, raccontarono di aver  trascorso un periodo glorioso. Gli amici chiesero loro se avessero avuto  qualche difficoltà con il maligno o con le prigioni; essi risposero:  'Assolutamente no.' Allora, delle persone in tutte le chiese iniziarono  presto ad aprire gli occhi e si schierarono nettamente contro le sue  visioni" (Ibid. )

È ovvio che le tante persone a cui lei raccontò  la sua visione, pensarono ad una carcerazione imminente che si sarebbe  verificata durante il loro viaggio nell'est. Ciò è deducibile da questi  fatti: (1) le persone chiesero loro specificatamente della carcerazione  non appena essi tornarono dal loro viaggio, (2) quando scoprirono che  non c’era stata nessuna carcerazione, si schierarono nettamente contro  le sue visioni. Questa profezia fallita, bastò a convincere le persone  delle chiese del Maine che la signora White era un falso profeta e ciò,  dovrebbe essere sufficiente per convincere anche noi oggi!

Predizione 4: La Grande Pestilenza che non si è mai verificata

Nel 1849, la signora White scrisse queste parole memorabili:

"Quello  che abbiamo visto e abbiamo sentito della pestilenza [del 1849], è solo  l'inizio di ciò che vedremo e sentiremo. Presto la morte e i morti  saranno tutt'intorno a noi."( Present Truth, Settembre. 1849).

La  "pestilenza" che lei stava descrivendo risultò essere un fenomeno  locale e non un segno di una imminente fine del mondo. Non molto tempo  dopo che questa profezia fu scritta, la pestilenza finì e gli Stati  Uniti entrarono in un periodo di pace e prosperità, che durò per molti  anni. Ellen White disse: "Presto la morte e i morti saranno tutt'intorno a noi." Che significa presto? Sono passati quasi 160 anni! Disse poi: “i morti saranno intorno noi”.  Questo intendeva lei. Disse che i morti sarebbero stati intorno a lei.  Questo non è mai successo durante la sua vita. Un altro fallimento  profetico.

Predizione 5: Gesù sarebbe tornato nel giro di "mesi"


Nel 1850 la Sorella White disse:

"Il  mio angelo che mi accompagna, ha detto: 'il Tempo è quasi finito.  Preparatevi, preparatevi, preparatevi.' . . . Ora il tempo è quasi  finito. . . E quello che noi abbiamo imparato in anni, gli altri  dovranno impararlo in pochi mesi."( Early Writings, pp. 64-67)

Il  contesto di questa dichiarazione è inequivocabile. I nuovi convertiti  dovranno imparare le dottrine in " pochi mesi " perché "adesso il tempo è  quasi finito." La riduzione del tempo per imparare non era dovuto al  fatto che i nuovi convertiti saranno più intelligenti di quelli vecchi,  né perché gli avventisti avevano sviluppato un corso di apprendimento  accelerato. No! Il contesto viene chiaramente dichiarato e la ragione per cui avrebbero dovuto imparare rapidamente era che: "Il tempo è quasi finito."
Qual’è la definizione ragionevole della frase "pochi mesi"? Tre? Cinque?
Se  un tuo amico ti chiamasse e ti dicesse: "Verrò a farti visita tra pochi  mesi", quando l’aspetteresti? Tre o quattro mesi, forse sei al massimo?  Bene, da quel momento, alla fine del 2005 sono passati milleottocentosessanta mesi da quando la signora White disse: sono rimasti “pochi mesi”!  Certamente ella non si riferiva al fatto che rimanevano più anni,  perché affermò che quello che gli altri avevano imparato in "anni", i  nuovi convertiti avrebbero dovuto impararlo "in mesi."
Come può  essere spiegato questo fallimento? Si tratta forse ancora una volta di  incomprensione di ciò che il suo angelo aveva detto?. Forse il suo  angelo aveva nuovamente parlato nella lingua di Canaan?!

Predizione 6: Alla Conferenza del 1856 alcuni vedranno il ritorno di Gesù


Finalmente,  dopo un periodo di 10 anni, la signora White smise di fare predizioni  sul ritorno di Cristo, con una dichiarazione molto nota che, a  differenza dei fallimenti precedenti, catturò l'attenzione di molti. La  dichiarazione che fece ad una conferenza della chiesa nel 1856,  ricevette notorietà. Essa fu pubblicata nella sua raccolta "Testimonies  to the Church" (in italiano esiste una compilazione di questa raccolta,  che porta il titolo di “I tesori delle Testimonianze”) e molti membri di  chiesa ebbero l’occasione di leggerla. La signora White descrive così  la sua "visione":

"Mi sono state mostrate le persone presenti  alla conferenza. L'angelo mi ha detto: 'Alcuni saranno cibo per i vermi,  alcuni saranno soggetti alle sette ultime piaghe, alcuni saranno vivi e  rimarranno sulla terra per essere trasformati alla venuta di Gesù.' "  Testimonies, Vol. 1, p. 131

Tutti coloro che parteciparono a  questa conferenza sono morti generazioni fa. Non uno solo sarà "vivo" e  "sulla terra per essere trasformati alla venuta di Gesù." Dopo che  questa profezia fallì completamente, la chiesa si trovò di fronte al  dilemma di come affrontare questa dichiarazione. Infine, fu deciso di  dichiararla come "profezia condizionale" sebbene nella profezia non vi  fossero condizioni, né sottintese né esplicite, a differenza delle  profezie condizionali presenti nella Bibbia, in cui le condizioni sono  sempre dichiarate esplicitamente o implicitamente nel testo (per una  ulteriore argomentazione sulle profezie soggette a condizioni, clicca qui).
Una  revisione della dichiarazione della signora White del 1856, mostra che  non ci sono condizioni dichiarate esplicitamente o sottintese nella  profezia. La signora White afferma semplicemente che, alcune delle  persone presenti alla conferenza sarebbero state vive al ritorno di  Cristo. Non ci sono condizioni, come ad esempio: "Se lavori sodo e dai  molte offerte, allora Cristo ritornerà..." La profezia non è mai stata  capita durante la vita della signora White. Dopo che anche l'ultima  persona che assistette alla conferenza morì, i fratelli furono costretti  a trovare la spiegazione che la profezia era soggetta a condizioni.

Predizione 7: La terra sarà presto spopolata



La signora White, ancora nel 1864, continuò ad intessere la sua rete di predizioni fallite. Scrisse:

"La  famiglia umana è stata presentata davanti a me indebolita. Ogni  generazione cresce più debole e malattie di ogni forma colpiscono la  razza umana.... Il potere di satana sulla famiglia degli umani  aumenterà. Se il Signore non dovesse venire presto per distruggere il  suo potere, la terra sarà presto spopolata." Testimony n.8, p. 94, in  Spiritual Gifts III-IV
Ancora una  volta troviamo la parola "presto". Nel 1864, la White affermò che la  terra sarebbe stata "presto" spopolata. È successo quello che lei ha  predetto? Poco dopo il 1864, la terra si è spopolata? Dal 1900, la  popolazione della terra è cresciuta fino a raggiungere quota 1,6 miliardi di persone. Oggi, ci sono più di 6 miliardi di persone.  Nel 2050 potrebbero esserci sul pianeta, 25 miliardi di persone. Grazie  ad una migliore nutrizione, ai progressi della medicina e al  miglioramento delle condizioni di vita, ogni generazione vive più a  lungo, più sana, più forte e più alta. Le malattie che un tempo  devastarono l'umanità, sono state ora debellate o sono state rese  innocue da potenti farmaci. Sfortunatamente, tutto quello che la signora  White aveva previsto per il futuro, erano oscurità, malattia e morte.  Se avesse avuto veramente la preveggenza divina, non avrebbe mai fatto  questa dichiarazione.

Predizione 8: Nel Sud rinascerà la schiavitù



Di seguito, è riportata un'altra predizione poco famosa, fatta dalla signora White:

"  Negli Stati Meridionali rinascerà la Schiavitù; a causa dello spirito  di schiavitù ancora vivo. Quindi, non sarà possibile per quelli che  lavorano fra persone di colore, predicare la verità  audacemente ed  apertamente come sarebbero stati liberi di fare in altri luoghi. Anche  Cristo ‘travestì’ le Sue lezioni con parabole, per evitare l'opposizione  dei Farisei." (Spalding, Magan Collection, pagina 21 e 2 MR 153,pag.  300)

È  mai stata ripristinata la schiavitù "negli Stati Uniti Meridionali"?  Assolutamente no! Dalla fine della Guerra Civile, la schiavitù divenne  un crimine federale. Dalla fine della Guerra Civile vi furono alcuni  casi di schiavitù e, quando furono scoperti, furono fermati e gli  organizzatori, messi in prigione. La schiavitù è stata definitivamente  abolita e non sarà mai ripristinata negli Stati Uniti. Qualunque persona  può scegliere di vivere e lavorare in qualunque luogo desideri.  Ringraziando Dio, la schiavitù è morta. Questo è un altro terribile  errore profetico

Predizione 9: Gli schiavisti soffriranno le ultime sette piaghe


In  questa predizione, la signora White annuncia che i proprietari di  schiavi subiranno le sette ultime piaghe descritte nel libro  dell’Apocalisse:

"Ho visto che i padroni degli schiavi dovranno  rispondere dell'anima dei loro schiavi che hanno tenuto  nell'ignoranza...che il padrone dovrà subire le ultime sette piaghe e  risvegliarsi nella seconda resurrezione e soffrire la seconda e più  terribile morte.”. (Early Writings, p. 276)

Questa "profezia" fu  pronunciata in un momento in cui esisteva ancora la schiavitù negli  Stati Uniti. Abbiamo calcolato che i più vecchi padroni di schiavi negli  Stati Uniti, sono morti nei primi del 1900, quasi 100 anni fa!

Predizione 10: L'uomo malato guarisce


Nel  1873, l'editore dell'edizione svedese di Advent Herald, il Sig. C.  Carlstedt, si era gravemente ammalato di febbre Tifoidea. La signora  White ed altri, furono chiamati al suo capezzale per pregare per lui.  Tornando a casa dalla riunione di preghiera, la signora White sottolineò  che il Signore era...

"presente con la sua potenza di  guarigione, per rialzare Carlstedt, la cui malattia non lo avrebbe  portato alla morte, ma alla gloria del Figlio di Dio." (Charles Lee,  Three Important Questions for Seventh-Day Adventists to Consider)

Charles  Lee, che era a quel tempo un ministro avventista del Settimo Giorno, fu  presente alla riunione di preghiera e fu testimone della predizione  della signora White. Sfortunatamente la White si sbagliò completamente. Carlstedt morì entro una settimana dalla sua dichiarazione. Una predizione orribilmente fallita

Predizione 11: Il Rappings (forma di comunicazione con i morti) aumenterà


La  signora White dichiarò di aver visto in una visione mandata da Dio che  il rapping delle Sorelle Fox e degli altri, come loro, sarebbe  aumentato:

Ho visto che presto sarà considerata  bestemmia  parlare contro il rapping, e che questo si estenderà sempre di più. Quel  potere di Satana aumenterà ed alcuni dei suoi discepoli devoti avranno  facoltà di fare miracoli e anche fare scendere il fuoco dal cielo  davanti alla vista degli uomini. Early Writings, p. 59.

Questa  profezia fu un grosso fallimento. Anche se il movimento del Rapping  crebbe in popolarità per un breve periodo durante la metà del 1800, alla  fine diminuì. Il movimento rapping era già in declino prima che le  sorelle Fox nel 1888 ammettessero che il rapping era stato falsificato.  Dopo la loro morte, nel 1890, il movimento continuò a diminuire. Oggi,  se chiedi a qualcuno se conosce il "rapping", ti risponderà che si  tratta di un genere musicale, non una forma di comunicazione con i  morti. Il Rapping è svanito completamente dalla conoscenza pubblica. Non  abbiamo trovato nessuna prova che sia mai stato considerato "bestemmia  parlare contro il rapping." L’intero movimento Rapping andò in fumo nel  1920, dopo che il popolare mago Harry Houdini, svelò che numerosi medium  conosciuti, erano ingannatori e fraudolenti. Per un dibattito più  dettagliato sullo Spiritismo, le Sorelle Fox, e il movimento moderno New  Age.

fonte: Enciclopedia delle religioni CESNUR
Torna ai contenuti