Vescovo Battista Pedofilo - Cristiani Cattolici: Pentecostali Apologetica Cattolica Studi biblici

Vai ai contenuti

Menu principale:

Eddie Long, il vescovo battista che predicava l'omofobia e faceva sesso coi ragazzi

Pubblicato il 25 set 2010 da Mario Cirrito
L’America è assetata di religione, di vecchi e nuovi profeti che traghettino i fedeli verso una ipotetica luce. Prosperano così le varie chiese guidate da telepredicatori che incantano i fedeli e più che dell’anima finiscono per occuparsi dei loro conto correnti. Dai pulpiti che somigliano a sontuose scenografie hollywoodiane predicano l’odio verso gay e lesbiche per poi consumare sesso gay con i propri piccoli fedeli. Uno di questi è finito tra le maglie della giustizia accusato da tre ragazzi, ora ventenni, costretti a consumare sesso con lui. Si chiama Eddie Long, vescovo battista di Atlanta. Ai tempi le vittime avevano 15, 17 e 18 anni. Nelle sue orazioni pubbliche, Long infieriva contro gli omosessuali, tanto da costringere parte della sua congregazione di colore ad abbandonare la sua chiesa e traslocare verso altri telepredicatori più morbidi verso l’omosessualità. Si dice che la sua diocesi conti 25 mila affiliati. Nel testo della denuncia fatta dagli avvocati dei ragazzi si legge:

   L’imputato ha un suo modo ed una sua pratica per scegliersi un gruppo di giovani membri della sua chiesa sui quali esercitare la sua influenza di Vescovo per portarli alla fine ad un rapporto sessuale.

Secondo una testimonianza il vescovo Eddie Long avrebbe fatto sesso con uno dei giovani in almeno sei città diverse e con un’altra sua vittima consumato sesso orale durante un viaggio in Nuova Zelanda dove intendeva festeggiare, a suo modo, il 19° genetliaco del giovane. Sesso e soldi. Recentemente il vescovo Eddie Long, uno dei sei telepredicatori più in vista negli States, insieme a Paula White, Joyce Meyer, Benny Hinn, Kenneth Copeland e Creflo Dollar, è finito con gli altri sotto la scure del presidente della Commissione Finanze del Senato americano che ha chiesto una rendicontazione fedele delle loro entrate e spese. Pare che gli affari poco spirituali del reverendo Long e dei suoi emuli siano parecchio redditizi finendo per farli diventare dei nababbi del lusso sfrenato: auto di lusso, gioielli, case, yacht.

Su un sito di notizie dal mondo delle chiese evangeliche, si legge riferito al religioso:

   Dicono che tra royalties, discorsi pubblici e regalia, in soli tre anni, il pastore battista Eddie Long abbia portato a casa qualcosa come oltre 3 milioni di dollari, cioè più di 2 milioni di euro, cioè oltre 750 mila euro l’anno, cioè oltre 62 mila euro mensili, cioè oltre 2 mila euro al giorno. D’ora in poi, suggeriamo di chiamare le chiese “Fitness & Prosperity Centers”.

Si potrebbe comunque pensare che se i fedeli si lascino spennare senza lamentarsi e senza capire che si tratta di sesso e soldi spesso e poco e nulla di spiritualità, affari loro anche se spesso il ruolo principale è la coercizione, l’abuso, il far credere ciò che non si è. A proposito delle accuse di abusi sessuale contro il vescovo di Atlanta, scrive Newsweek:

   Bisogna riportare in superficie il dibattito sull’omosessualità che predicatori come Long hanno prolungato con i loro insegnamenti bigotti. Il rischio è quello che anche questo caso resti solo l’ennesimo scandalo sessuale. Non ci sono attenuanti per come sono stati trattati omosessuali nelle case di culto.

C’è da dire che ad Atlanta molte chiese accettano la presenza di gay e lesbiche. Long segna uno spartiacque. In merito alle accuse dei tre ragazzi ha dichiarato:

   Ci sono state parecchie chiacchiere, ma le accuse lanciate non meritano alcuna attenzione… si tratta piuttosto di qualche ritorsione e di un tentativo di mungere un po’ di soldi da parte di uomini che hanno un serio problema di credibilità.

Sesso e danaro; omofobia e abusi sessuali su ragazzi. Sempre più certe religioni ‘de noantri’ diventano delle vere holding milionarie che poco si preoccupano di ogni moralità che predicano. Si sa la gente ha così tanta necessità di spiritualità da non accorgersi che persino i loro figli possono essere violati da mani sporcaccioni che li ammalia dal sontuoso pulpito.

Torna ai contenuti | Torna al menu