Subisce abusi da genitori adottivi gay - Cristiani Cattolici: Pentecostali Apologetica Cattolica Studi biblici

Vai ai contenuti

Menu principale:

Subisce abusi da genitori adottivi gay, gli assistenti sociali non lo aiutano

02 maggio, 2013 |Archiviato in: Giustizia e Società
Andy-Cannon

E’ una denuncia choc quella di Andy Cannon, 23 anni, dello Yorkshire in Inghilterra.
Adottato da una coppia gay come consente la legge britannica, il ragazzo ha denunciato di essere stato violentato per anni dal suo padre adottivo e dal compagno di lui; ma a rendere, se è possibile, ancora più allucinante la vicenda, è stato l’atteggiamento degli assistenti sociali, che hanno bollato il giovane come “figlio indisciplinato” e non hanno fatto nulla per aiutarlo. Insomma, hanno considerato lui come colpevole e non coloro da cui aveva subito abusi. Tutto ciò perché? Perché i genitori adottivi erano gay, si è detto convinto il ragazzo.
Affidato a loro dalla vera madre, Elaine Moss, gli assistenti sociali hanno addirittura rispedito Andy a casa dei due uomini, lodando il padre adottivo come “un genitore molto attento”.

Al povero Andy sono stati persino diagnosticati dei falsi disturbi mentali gli sono state somministrate “droghe anti-psicotiche”.
Il caso si è fortunatamente concluso a favore del giovane abusato, che ora è padre di due bambini avuti dalla sua compagna Redeana Hammill: nel maggio 2006 il padre adottivo ( Andy era stato adottato nel 1997), David Cannon, e il suo compagno John Scarfe, sono stati condannati ciascuno a 30 mesi di carcere e lo scorso anno il tribunale ha stabilito un risarcimento £25,000 per Andrew da parte della coppia di violentatori.
“Credo che se il mio papà adottivo fosse eterosessuale, allora le mie lamentele sarebbero state ascoltate in precedenza” ha dichiarato il 23enne ad un giornale inglese.
Ebbene, anche volendo difendere lo pseudo-diritto di una coppia omosessuale ad adottare un figlio, come potevano gli assistenti sociali pensare di difenderlo negando il proprio aiuto ad un bambino abusato? Quello degli assistenti sociali è stato becero relativismo etico della peggiore specie, perché ha danneggiato un bambino; becero relativismo che dovrebbe offendere qualsiasi omosessuale e anche qualsiasi coppia omosessuale perbene.

fonte: http://www.qelsi.it/2013/subisce-abusi-da-genitori-adottivi-gay-gli-assistenti-sociali-non-lo-aiutano/

Torna ai contenuti | Torna al menu