Pentecostali Pedofili - Cristiani Cattolici: Pentecostali Apologetica Cattolica Studi biblici

Vai ai contenuti

Menu principale:

Usa, predicatore fa a pezzi la moglie
che lo sorprende a violentare una figlia
PER APPROFONDIRE  pedofilia, anthony hopkins

ROMA (11 aprile) - Anthony Hopkins, 39 anni, predicatore evangelico dell'Alabama, sposato e padre di sei figli, è stato formalmente imputato di aver usato violenza sui figli, di aver fatto a pezzi la mogliee di averne nascosto i resti nel congelatore di casa. L'uomo era diventato un predicatore piuttosto conosciuto nelle comunità rurali dell'Alabama, anche grazie ai suoi sermoni definiti “estremi”: tra la gente delle campagne vi era chi lo considerava un profeta.

Hopkins era stato arrestato nel 2008 per l'omicidio della moglie Arletha, 36 anni. Una giuria di Mobile, in Alabama, lo ha riconosciuto colpevole non solo dell'omicidio, ma anche di aver avuto rapporti incestuosi con alcuni dei suoi figli.
E' stato formalmente incriminato per omicidio, sodomia, incesto, violenza e abuso sessuale nei confronti di minori compresi tra i 12 e i 16 anni. Hopkins ha sempre negato ogni addebito e in aula ha ribadito la sua innocenza. Secondo gli investigatori Hopkins è un assassino, un pedofilo, un violento e uno psicopatico: nel 2004 ha ucciso la moglie Arletha durante una violenta lite scoppiata perché la moglie lo aveva sorpreso mentre aveva un rapporto sessuale con una delle figlie.

Hopkins, un ex soldato dell'esercito con precedenti penali, era stato arrestato nel 2008, mentre teneva un sermone. Gli investigatori, dopo anni di indagini, avevano trovato la prova di quanto sospettavano: il corpo della donna fatto a pezzi e nascosto nel frigo. A portarli sulla pista giusta erano state le rivelazioni di una delle figlie dell'uomo, a suo tempo violentata e messa incinta, che aveva guidato le autorità fino al luogo in cui era stato nascosto il corpo della madre, in un congelatore della loro casa a Mobile.

http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=97736&sez

Torna ai contenuti | Torna al menu