Pentecostali - Apologetica Chiesa Cattolica | Studi biblici Catechesi

Cerca

Vai ai contenuti

La Quaresima catechesi significato commento

Spiritualità

QUARESIMA

Scarica il Testo Completo...

Il mondo ha bisogno di un richiamo forte al valore della quaresima; tre sono le realtà che dominano il nostro cammino quaresimale:
LA CROCE, abbracciata da Cristo, è altare dove Lui si offre ed offre se stesso al Padre per la salvezza dell’uomo.
La CROCE diventa il cuore e il centro della nostra vita cristiana. Essa è il segno del nostro
MORIRE PER VIVERE. Ce lo insegna Gesù: “Se il grano di frumento cadendo a terra non muore, resta solo. Se muore, rinasce moltiplicato”.
In questo insegnamento c’è la grande legge del cammino quaresimale: BISOGNA MORIRE PER VIVERE, cioè, la vita nasce e sboccia dove c’è la morte. Bisogna morire all’egoismo, alla superbia, al proprio “io”, a tutto ciò che non piace a Cristo, a tutto ciò che c’è di mondano dentro e fuori di noi:… la concupiscenza della carne, degli occhi, della vita. (vedi mappa sito)

LA SECONDA DIMENSIONE: LA PENITENZA! Ossia, l’esigenza di una continua conversione di una costante verifica evangelica da fare con forza e costanza.
Penitenza, significa: mutamento totale, rinnovamento intimo del cuore, del sentire, del giudicare, del vivere…
Il membro del Movimento Laicale Passionista non potrà dire di vivere lo spirito della quaresima solo perché si fa carico di determinate pratiche di pietà, come la Messa, la “ Via Crucis”, il digiuno, l’astinenza, la carità verso il povero…
Queste pratiche concrete, sono valide nella misura in cui sono espressione del CAPOVOLGIMENTO INTERIORE della propria situazione. (vedi mappa sito)

Dobbiamo prendere coscienza che la QUARESIMA è tempo di CONVERSIONE. Purtroppo per troppo tempo abbiamo accantonato il valore della Quaresima come tempo e ambiente di conversione.
La nostra attuale pratica quaresimale non presenta molti stimoli alla conversione. Se vogliamo essere autentici “cristiani” dobbiamo svegliare in noi e alimentare di continuo la conversione al Vangelo della passione di Gesù. La Quaresima deve divenire tempo favorevole, occasione per riscoprire che la Pasqua si celebra dove c’è un cuore pentito e rinnovato, libero e convertito.
LA TERZA DIMENSIONE: LA VOCAZIONE BATTESIMALE. Oggi, anche tra noi cosiddetti “cristiani praticanti” c’è una grave ignoranza religiosa sul battesimo. Riscoprire il battesimo , deve diventare la preoccupazione più impegnativa sempre, ma specialmente nella Quaresima.
Il Battesimo ha cambiato totalmente la nostra condizione. E’ un “dono divino” e comporta esigenze divine di vita; è rinascita e comporta, esige, “novità di vita” è liberazione dal peccato e perciò esclude ogni compromesso con il male; è incorporazione alla Chiesa e perciò impegna a una comunione di vita e di solidarietà con i fratelli; è speranza della gloria futura perciò deve orientare la vita nostra verso il ritorno glorioso del Signore.

LE PRATICHE DA VIVERE NELLA QUARESIMA: San Paolo della Croce ai passionisti del suo tempo consigliava tre pratiche religiose per la Quaresima: IL DIGIUNO, LA PREGHIERA, LA CARITA’.

-
IL DIGIUNO. Il digiuno, la sofferenza, il sacrificio, l’abnegazione devono far parte del nostro cammino quaresimale. Se non pratichiamo la CROCE, se non acconsentiamo amorosamente alla croce, non possiamo celebrare la Pasqua del Signore. Dobbiamo, come cristiani, praticare il digiuno e quanto è connesso ad esso: il sacrificio, la sofferenza, l’abnegazione…
San Paolo della croce nell’indicare le pratiche penitenziali della Quaresima, mirava a creare uno stilo penitenziale omogeneo, comunitario, unitario.

Dobbiamo, dietro questa pedagogia di Paolo della Croce, assumere collettivamente, come “cristiani” uno stile uniforme di penitenza quaresimale.
Vi pare fuori posto ricordare quanto adempivano i primi passionisti?
Tre volte la settimana si astenevano dalle carni; si privavano di incontrare persone esterne; trascorrevano i quaranta giorni di Quaresima nel silenzio, nella solitudine del ritiro, nella contemplazione della passione di Gesù, si prestavano nei servizi più umile della comunità, come lavare i piatti o le pentole, chiedere in refettorio ai confratelli il pane da mangiare, ecc.. Si privavano di parlare per l’intera giornata in tempi programmati dal superiore; si esercitavano nel disprezzo di se stessi, prostrandosi a terra e chiedendo la carità di raccomandarli alla divina misericordia. Non dico che noi dobbiamo ripetere quelle pratiche… però la pratica dello spirito di quelle penitenze possiamo attuarla. Non vi pare?!

LA PREGHIERA. Per preghiera San Paolo della croce intendeva tutto ciò che aiutava l’anima del religioso a vivere con Dio. Ricordava che tutta la vita spirituale consisteva nello stare uniti a Gesù e indicava anche i mezzi per realizzare tale unione: la meditazione sulla passione del Signore; la Via Crucis, la visita prolungata al SS/mo Sacramento, l’allontanamento di tutto ciò che potesse distogliere dall’unione con Dio; la purità d’intenzione in ogni cosa che si faceva; la moltiplicazione durante la giornata degli atti di unione e di offerta a Gesù crocifisso; andare col pensiero alle ore drammatiche della passione di Gesù, a cominciare dal Getsemani fino alla morte in croce.

CARITA’. San Paolo della croce considerava la carità il distintivo dei suoi passionisti. E voleva che l’attingessero dalla croce, perché sulla croce si manifesta la suprema prova dell’amore. Diceva che la carità prolunga nella comunità la presenza di Gesù e sospinge la stessa a farsi carico di amore per quelli che non hanno amore.

Padre Eugenio Circo (Passionista)

(vedi mappa sito)

Eugenio Circo


Continua...








Home Page | Informazioni | Contatti | Aggiornamenti Studi biblici | Confutazioni al Protestantesimo | Catechesi | Frà Tommaso - Apologetica | Ascetica | Gruppi Protestanti e loro dottrine | Errori dei Protestanti Moderni | Esorcismo e lotta contro Satana | Patristica | Questioni Morali e Sociali | Questioni Storiche | Risposte Veloci | Spiritualità | Santi | Servizi | Testimoni di Geova | Testimonianze conversioni cristiane | Testimonianze di guarigione | Testimonianze Cristiane | Links | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu