I Testimoni di Geova e L'ONU Nazioni Unite - Cristiani Cattolici: Pentecostali Apologetica Cattolica Studi biblici

Vai ai contenuti

Menu principale:

In questa pagina trovate i video dal n.12 al n.15
Cliccate qui per visualizzare tutti i video su YouTube
, per visionare tutte le lezioni di don Minuti. Nella parte bassa della schermata YouTube troverete elencati tutti i video con le relative lezioni.

I testi che trovate nelle varie pagine, rappresentano solo una minima parte dell'intero e relativo studio, per leggerli tutti è consigliabile scaricarli gratuitamente sul proprio computer, cliccando sull'apposito pulsante.

Clicca qui per scaricare l'intero testo.

Scarica il testo in formato PDF


Vi avevamo promesso di darvi le prove della effettiva (passata) appartenenza della Società Torre di Guardia alle Nazioni
Unite come Organizzazione non Governativa e finalmente abbiamo reperito i giornali che ne parlano qui di seguito
troverete l'esatta trascrizione virgola per virgola degli articoli in questione, e dato che i fratelli tdG considerano false tutte
le fotocopie di qualsiasi natura che vengono portate come materiale probatorio, suggeriamo di andare a consultare gli
originali di tali giornali che si trovano negli archivi storici dei relativi editori (consultabili per gli abbonati) via Internet
oppure nelle opportune biblioteche. Vi prego fratelli tdG prima di etichettare come falsi questi testi, controllate e poi
restere a bocca aperta!
A fondo pagine troverete le foto dei giornali menzionati, cliccateci sopra per vederle, e poi ingrandite la finestra che verrà
visualizzata in sovrapposizione, per meglio vedere l'immagine.
Ecco gli Articoli:
Articolo tratto dal giornale LA NAZIONE  Il Resto del Carlino del Venerdi 23 novembre 2001
- IL FATTO / Estromessi dall'ONU
I Testimoni di Geova via dal Palazzo di Vetro
di Chiara Bini
FIRENZE - I testimoni di Geova sono stati dissociati dall'ONU. Ne facevano parte dal '91 come Ong, organizzazione
non governativa. Ma dal 9 ottobre scorso una lettera a firma di Paul Hoeffel, capo della sezione dell'Ong del dipartimento
di informazione pubblica della Nazioni Unite, dichiara di aver preso la decisione di escludere dalla lista delle Ong la
Watch Tower Bible and Tract Society di New York, ovvero la Torre di Guardia, casa madre americana dei Testimoni di
Geova.

Le ONG devono sostenere e rispettare i principi dello statuto delle Nazioni Unite;ONG devono essere riconosciute come organismi di livello nazionale o internazionale;ONG devono operare esclusivamente su basi non lucrative e godere di esenzione fiscale;ONG devono impegnarsi a diffondere e a sostenere il più estesamente possibile le attività delle Nazioni Unite mediante la pubblicazione di newsletters, bollettini, e opuscoli; organizzare conferenze, seminari e tavole rotonde; o richiamare l’attenzione dei mezzi di informazione su tali attività;ONG devono potere registrare un soddisfacente livello di collaborazione con il Centro Informazioni delle Nazioni Unite o di altre componenti del sistema, prima di chiedere  di associarvisi;ONG devono strutturare i loro statuti e/o regolamenti interni con criteri di trasparenza nell’assunzione delle loro decisioni, elezioni dei loro funzionari e dei membri dei Consigli Direttivi.

In base a quanto stabilito dai punti sopra indicati, con la sua adesione, pertanto, la Watch Tower Society si assunse l’obbligo di:
Sostenere e rispettare i principi dello Statuto delle Nazioni Unite;un efficace programma di informazione fra i suoi aderenti ed anche nei confronti del mondo esterno volto ad illustrare esaurientemente le attività delle Nazioni Unite;di aver intrattenuto un soddisfacente rapporto di collaborazione con le Nazioni Unite prima di chiedere di essere associata;annualmente un dettagliato rapporto finanziario, redatto da un consulente esterno alla Società.

Approfondiamo maggiormente ciò che in realtà, sul lato pratico, ha comportato l’adesione alle ONG da parte dell’organizzazione dei testimoni di Geova.
Il ruolo delle Organizzazioni non Governative che sono associate alle Nazioni Unite è definito nella risoluzione n.1296 (XLIV) del 23 maggio 1968, dove è detto che una ONG “…deve sostenere attivamente l’opera delle Nazioni Unite e promuovere la conoscenza dei suoi principi e delle sue attività”. Ulteriori requisiti e responsabilità delle ONG sono definite nei documenti ufficiali delle NU. Secondo tali documenti, una ONG che è associata con le NU deve:
“Condividere gli ideali dello Statuto delle Nazioni Unite”
“Diffondere informazioni sulle Nazioni Unite fra i suoi membri, promovendone di conseguenza la conoscenza e sostenendo l’organizzazione a livello di base. Questa diffusione di informazioni include: pubblicizzazione delle attività delle NU nel mondo sui temi della pace e della sicurezza, sullo sviluppo economico e sociale, diritti umani, questioni umanitarie e legge internazionali; promozione delle osservanze delle NU e del loro anno internazionale così come stabilito dall’Assemblea Generale in modo da concentrare l’attenzione del mondo sui più importanti problemi dell’umanità”.
“Operare esclusivamente su basi non lucrative”.
“Dimostrare interesse nelle attività delle Nazioni Unite e dispiegare particolare abilità nell’informare vasti uditori di persone”.
“Possedere gli strumenti e i mezzi per condurre un effettivo programma di informazione delle attività delle NU mediante la pubblicazione di newsletters, bollettini e opuscoli…”
“…diffondere informazioni e mobilitare l’opinione pubblica a sostegno delle Agenzie Specializzate delle Nazioni Unite”.
“Dalle ONG ci si attende che utilizzino parte dei loro programmi di informazione nella promozione della conoscenza dei principi e delle attività delle Nazioni Unite”.

In breve, queste ONG, almeno per parte del loro tempo, devono lavorare essenzialmente per le NU.
Tutto fu a suo tempo accetta dalla Watchtower Society che pertanto, a pieno titolo fu cooptata nel novero di tali Organizzazioni Non Governative. Ciò si può vedere dallo stralcio dell’elenco giacente presso la sede dell’ONU, nel quale appare il nome della Società Torre di Guardia, incluso fra la War Resisters International e la Water Environment Federation. E’ anche opportuno precisare che la richiesta di far parte delle ONG dev’essere rinnovata ogni anno; cosa che la Watch Tower Society (WTBTS) ha puntualmente fatto fino al 2001!
Prova ancora più interessante è quella costituita dall’ammissione che fa la stessa Società Torre di Guardia in un suo opuscolo, edito in Inghilterra a cura della Società Torre di Guardia francese nel marzo 1991, questo opuscolo in lingua francese è quasi del tutto sconosciuto alla gran parte dei Testimoni. Esso è intitolato Finanziamento del culto dei cristiani testimoni di Geova in Francia, ed è stato pubblicato dal Concistoro Nazionale dei testimoni di Geova nel marzo 1991. E’ firmato da Jean Marie Bockaert, presidente di tale concistoro, e stampato dalla Betel del Regno Unito. La frase che ci interessa è pubblicata a pagina 12 e dice: “I testimoni di Geova usano un’organizzazione non governativa per aiutare in special modo i paesi africani”. (Prego i fratelli tdG di controllare tale edizione, per rendersi conto di come la Società Torre di Guardia li inganni molto astutamente e raffinatamente, infatti menziona solo l’associazione governativa a scopo umanitario, ma non dice che fa parte delle Nazioni Unite ‘cioè della la bestia selvaggia di colore scarlatto’, controllate fratelli, controllate, ndr).
Ma vi sono anche numerosi altri indizi che – alla luce dei fatti adesso resi noti – assumono un significato del tutto nuovo. Come abbiamo visto la Società si era obbligata a “utilizzare parte dei suoi programmi di informazione nella promozione e nella conoscenza dei principi e delle attività delle Nazioni Unite”.
La lettura di Svegliatevi! Del 22 novembre 1998 è un chiaro esempio:
Fino  a che punto questo programma di istruzione biblica portato avanti dai testimoni di Geova è efficace nel ridurre le violazioni dei diritti umani? Il modo migliore di rispondere è quello di osservare i risultati che sta conseguendo, poiché Gesù disse: “Che la sapienza sia giusta è provato dalle sue opere”. – Matteo 11:19. Una nota iscrizione su un muro della United Nations Plaza, a New York, dice: “Dovranno fare delle loro spade vomeri. E delle loro lance cesoie per potare: nazione non alzerà la spada contro nazione. Né impareranno più la guerra”. Con questa citazione presa dal libro biblico di Isaia, capitolo 2, versetto 4, l’ONU addita un modo importante per ridurre le diffuse violazioni dei diritti umani: far cessare le guerre.

Dopo tutto, per usare le parole di una pubblicazione dell’ONU, la guerra è ‘l’antitesi dei diritti umani’.
L’idea di scrivere le parole di Isaia su un muro di pietra è buona, ma il programma educativo dei testimoni di Geova si spinge oltre. Le “scrive” nel cuore degli uomini. (Confronta Ebrei 8:10). In che modo? Tale programma elimina le barriere razziali e d etniche e fa crollare le mura del nazionalismo insegnando il punto di vista biblico sulla razza: esiste un’unica razza, la razza umana. (Atti 17:26) Chi partecipa al programma sviluppa il desiderio di “divenire imitatore di Dio”, e la Bibbia dice che “Dio non è parziale, ma in ogni nazione l’uomo che lo teme e opera giustizia gli è accetto”. – Efesini 5:1 Atti 10:34,35.
Come risultato di questa istruzione basata sulla Bibbia, oggi milioni di persone ‘non imparano più la guerra’. C’è stato un cambiamento di mente e di cuore. E questo cambiamento dura nel tempo. (vedi il riquadro “Insegnare la pace” a pag. 14). Attualmente in media, più di 1000 persone al giorno completano questo corso di studio fondamentale condotto dai testimoni di Geova e si uniscono alle file di questo esercito mondiale per la pace.

Continua

Torna ai contenuti | Torna al menu