Cristiani evangelici Massacrati in Nigeria - Cristiani Cattolici: Pentecostali Apologetica Cattolica Studi biblici

Vai ai contenuti

Menu principale:


Massacro di cristiani in Nigeria sta producendo un risveglio
mag10 di Gian Michele Tinnirello

VERGOGNA!
I mass media italiani e mondiali danno più risalto al matrattamento degli animali che ai massacri a danno dei cristiani i Nigeria!Evidentemente i cani valgono più di questa povera gente, per molti giornalisti.

Molti cristiani sono stati uccisi  nel centro della Nigeria, il paese più abitato dell’Africa. In almeno tre villaggi nel Sud di Jos, la capitale dello Stato di Plateau. Uomini, donne e bambini sono stati tagliati a colpi di Machete e sono stati bruciati.

Peter Gyang, un abitante di un villaggio di Dogo Nahawa, la più colpita dall’attacco, dice che degli uomini “sparavano per spaventare le persone e in seguito uccidevano tutti a colpi di Machete”

L’aumento della violenza nella Nigeria ha fortificato la fede dei cristiani locali, ed ha anche prodotto un risveglio nella chiesa Deeper Life Bible, in Gombe, dove nove cristiani sono stati fatti martiri nel giorno 5 di gennaio quando c’è stato un attacco alla chiesa. Durante il funerale, nel 19 di gennaio, molti credenti hanno dato la loro vita a Cristo, e altri, vedendo un cosi grande muovere di Dio, sono venuti a Cristo per la prima volta.

Piangendo e cantando inginocchiati, un coro di 500 partecipanti e 50 pastori si sono radunati per adorare e cercare Dio e la Sua volontà.

Come avvennero gli attacchi:

Nella giornata del 5 gennaio, Godwin Odoh, un professore di 36 anni, è andato ad una riunione di preghiera chiamata ‘ l’ora del risveglio’. Quando la chiesa fu attaccata, Godwin ha ricevuto un colpo in testa, nel torace e nelle gambe morendo sul colpo. Altri otto partecipanti sono stati uccisi, incluso bambini di 10 anni  e la moglie del pastore.

Dieci giorni dopo, Yahaya Wuro Buntu, 72 anni, pastore della chiesa Deeper Life Bible è stato ucciso brutalmente da un gruppo di uomini che sono venuti a casa sua chiedendo sulla Fede Cristiana. Non era la prima volta che dei musulmani lo cercavano per parlare della fede, per questo egli li ha ricevuti pacificamente in casa, e cosi  loro lo hanno portato in un edificio vicino alla sua casa e lo hanno ucciso. La sua vita dedicata a Dio è stata celebrata insieme a quella degli altri 9 cristiani uccisi.

Dal momento che Boko Haram ha pubblicato un ultimatum nel giorno 3 di gennaio del 2012 minacciando con violenza i cristiani che non vogliono lasciare il nord della Nigeria. Il gruppo estremista ha assunto la responsabilità di aver uccisi almeno 44 cristiani. Nel 22 di gennaio, estremisti musulmani e membri del Boko Haram hanno attaccato una Chiesa nello Stato di Bauchi, uccidendo almeno altri 7 Cristiani.


Tradotto e adattato da Haiaty Varotto

Torna ai contenuti | Torna al menu